Diretta » Archivio dirette » Scheda

download

Informazioni

Luogo
Sala lauree - Univeristà degli Studi di Milano

Indirizzo
Via Conservatorio,7 - Milano

Data
15 novembre 2013

Orario
in onda dalle 11.00

Media

Lectio magistralis di Tzvetan Todorov

Lectio magistralis di Tzvetan Todorov

Per il suo contributo allo sviluppo del dialogo interculturale, Tzvetan Todorov ha ricevuto il premio Mondi Migranti 2013.

  • 2013
  • 1 cap.
  • video

Lectio Magistralis T.Todorov

CULTURE AND STATE: THE DOUBLE BELONGING

Di origine bulgara, si trasferì a Parigi nel 1963, dove fu allievo di R. Barthes. Ricercatore, poi direttore di ricerca presso il Centre national de la recherche scientifique. Contribuì alla divulgazione del formalismo russo in Occidente. In seguito, la sua scrittura saggistica si è aperta a una densa riflessione etica e storica: La conquête de l’Amérique. La question de l’autre (1982; trad. it. 1984); Nous et les autres. La réflexion française sur la diversité humaine (1989; trad. it. 1992); Face à l’extrême (1991; trad. it. 1992); Une tragédie française: été 1944, scènes de guerre civile (1994; trad. it. Una tragedia vissuta, 1995); Les abus de la mémoire (1995); Benjamin Constant. La passion démocratique (1997, trad. it. 2003); Le jardin imparfait (1998); Mémoire du mal. Tentation du bien (2000; trad. it. 2001); Le nouveau désordre mondial. Réflexions d’un européen (2003; trad. it. 2003). Tra le ultime opere si segnalano: L’esprit des Lumieres (2006; trad. it. 2007); Les aventuriers de l’absolu (2006); La litterature en peril (2007; trad. it. 2008); L’art ou la vie! Le cas Rembrandt (2008; trad. it. 2011). In La peur des barbares. Au-delà du choc des civilisations (2008; trad. it. 2009), muovendosi da una critica alle teorie di S. Huntington sullo “scontro di civiltà”, T. ha indagato i concetti di civiltà e di barbarie riconnettendoli saldamente al tessuto storico e sociopolitico in cui si consumano oggi i conflitti etnici e segnalando l’urgente necessità dell’apertura di un dialogo multiculturale. Nel 2011 è stata tradotta in italiano la raccolta di saggi Gli altri vivono in noi, e noi viviamo in loro (La signature humaine, 2009), che ne costituisce anche l’autobiografia intellettuale. Tra le opere successive vanno ancora citate: L’expérience totalitaire. La signature humaine (2010); Goya à l’ombre des Lumières (2011); Les ennemis intimes de la démocratie (2012; trad. it. 2012). A motivo del suo contributo allo sviluppo del dialogo interculturale, gli è stato conferito il premio “Mondi Migranti-Fondazione Cariplo” 2013. Questa è la ragione della sua venuta in Italia. La lectio magistralis all’università di Milano si situa nel quadro dei festeggiamenti in suo onore.