Extra » Progetti speciali » Scheda

E’ ora di aiutare le rondini

Gli "Amici della Rondine". Sempre più numerosi e uniti.

La presenza della rondine negli ambienti agricoli, rappresenta un importante indicatore di qualità del territorio. Le trasformazioni nelle tecniche di agricoltura e l’uso della chimica sono gravi pericoli per la sopravvivenza di questi uccelli. Il Parco Pineta di Appiano Gentile e Tradate da molto tempo attivo sul proprio territorio nell’opera di sensibilizzazione e protezione dalle minacce dell’uomo a questa specie, dal 2011 – con la Direzione Generale Sistemi Verdi e Paesaggio della Regione Lombardia e moltissimi altri Enti – ha avviato il progetto regionale “E’ ora di aiutare le rondini”.

L’azione, iniziata con il censimento dei nidi su di un campione casuale di cascine, per monitorare la popolazione delle rondini nei territori interessati, è proseguita con l’analisi a cura del Dipartimento di Biotecnologie e Bioscienze dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, realizzando così il punto di partenza per vere e proprie attività di tutela finalizzate al mantenimento delle popolazioni esistenti e al loro incremento.

Ed è proprio per documentare visivamente le attività del progetto e produrre materiale divulgativo utile alla campagna di sensibilizzazione che il Direttore del Parco, dott. Guido Pinoli, ha contattato il CTU.

E’ nata così una bella produzione audiovisiva nella quale si racconta la Rondine in ogni suo aspetto, dalla morfologia all’habitat naturale, dalla riproduzione alle sue variazioni di specie. Un ricco materiale visivo che permette al pubblico più vasto di comprendere le caratteristiche fondamentali di questi animali, la loro importanza per il nostro ambiente e ciò che possiamo fare tutti noi, per salvaguardarne l’esistenza.

Le immagini, realizzate anche con tecniche di ripresa speciali che hanno permesso di seguire nel tempo lo sviluppo e la procreazione di una coppia nel loro nido, sono state montate in diversi prodotti di divulgazione scientifica e tutte confluite nel sito dedicato al progetto:  www.aiutiamolerondini.org